Con la primavera in arrivo, non solo si allungano le giornate e le temperature si fanno più gradevoli; bisogna purtroppo fare i conti con il cambio di stagione e su come affrontare al meglio la primavera senza sentirsi stanche.

 

Cosa succede nel nostro corpo?

Dal punto di vista fisiologico l’aumento delle ore di luce e della sua intensità porta ad una maggiore produzione di cortisolo (il cosiddetto “ormone dello stress”) che l’organismo secerne per far fronte all’aumentato fabbisogno di energia che segue la fine dell’inverno e l'allungamento del periodo di luce giornaliero. Questa variazione può provocare conseguenze negative in tutte le persone, causando nervosismo, insonnia, inappetenza e sbalzi d’umore, ma provoca conseguenze peggiori in chi già soffre di un disturbo ansioso (e/o depressivo).
Oltre al cortisolo aumenta anche la produzione di melatonina e la quantità di serotonina in circolo, proporzionalmente all’esposizione alla luce solare, determinando variazioni biochimiche anche brusche. I cambiamenti climatici che si verificano con l’inizio della primavera e dell’autunno incidono direttamente sia sulla psicofisiologia sia sulla psiche delle persone e le reazioni che ne derivano sono sia altamente individuali, sia correlate alla presenza di disturbi ansiosi e dell’umore.

I sintomi sono sempre i soliti, stanchezza, fatica a svegliarsi al mattino e difficoltà di concentrazione, nervosismo, ansia.

Cambio di stagione: alimentazione per vincere la stanchezza
Uno dei segreti fondamentali per vincere la stanchezza da cambio di stagione è quello di seguire un’alimentazione equilibrata e disintossicante che vi aiuti a non sentirvi appesantite. Ci sono alimenti carichi di vitamine, potassio e magnesio che aiutano a sconfiggere la stanchezza semplicemente attraverso il gusto di mangiare.


Ecco quali sono i rimedi naturali per combatterla e stare meglio.

1. Come combattere la stanchezza primaverile: l’alimentazione
Disintossicatevi  e depuratevi  da tutto ciò che avete accumulato nell’inverno. Eliminate tutti i cibi grassi e pesanti, come le carni rosse, gli alcoolici, i latticini e il glutine
Consumate tutta la frutta e verdura fresca di stagione: scoprite tutte le verdure e frutta di stagione
E preparatevi delle tisane depurative, da assumere due o tre volte al giorno. La raccomandazione è quella di prendere i preparati direttamente in erboristeria e di consumarle senza zucchero, meglio usare la stevia o il miele.
E se durante il giorno è bene non eccedere nelle quantità di cibo ingerito, a colazione potete mangiare cibi più energetici, per darvi una buona spinta.

2. Come combattere la stanchezza primaverile: la regolarità
Cercate di assumere delle routine fisse: andate a letto e svegliatevi alla stessa ora, in modo da regolare bene i cicli del sonno del vostro corpo e sentirvi meno stanchi.

3. Come combattere la stanchezza primaverile: momenti di relax
Fatevi un bel bagno nella vasca utilizzando dei sali da bagno aromatizzati fatti in casa e accendendo delle candele. Regalatevi momenti dedicati a voi in cui vi rilassate e non pensate a niente. Può aiutare anche fare un po’ di yoga.

4. Come combattere la stanchezza primaverile: attività fisica
Il modo migliore per combattere questa spossatezza di stagione è quella di riattivare il vostro corpo. Non solo palestra, ma anche la corsa, il movimento all’aria aperta (bastano delle passeggiate) e qualche esercizio a casa, vi rimetteranno in sesto.

5. Come combattere la stanchezza primaverile: integratori
Contro la stanchezza primaverile, provate anche con ginseng  e pappa reale  e vedrete che vi aiuteranno a recuperare la forza e le energie perdute.La melatonina  può aiutare a recuperare il corretto ritomo sonno veglia e a ridurre i tempi di addormentamento. Magnesio e potassio  aiutano a sconfiggere la stanchezza

 

Scopri tutti i nostri integratori e scegli quello più adatto a te